Spettacolo 2008 - Insieme si può

Logo realizzato da Dario Ballantini Ottobre 2012
Vai ai contenuti

Menu principale:

Eventi
Crescente il successo tributato all’edizione 2008, che ha visto una kermesse gradevole e particolarmente fruibile da parte del pubblico presente (circa 2.500 persone). Oltre alla partecipazione di artisti di spessore nazionale come si può notare dal manifesto di cui alla precedente pagina, altre novità hanno decisamente stimolato il pubblico presente, coinvolgendolo in un turbinio di sensazioni ed emozioni, indiscutibilmente forti che hanno lasciato un profondo ricordo della serata.
La partecipazione della Questura di Reggio Calabria e di altri prestigiosi enti come il Consiglio Regionale della Calabria, la SIAE e alcuni comuni della locride unitamente ai comuni di Cernusco Lombardone e Osnago (entrambi della Provincia di Lecco), hanno sicuramente reso particolare prestigio all’evento, testimoniando inoltre una comunità di intenti che va ben oltre i confini geografici della Calabria.
Un perfetto mix di musica, momenti istituzionali e comicità, hanno reso infinitamente gradevole la serata, che ha visto la presentazione di alcune clip audio-video afferenti le premiazioni in favore del personale della Polizia di Stato. Argomento questo, vissuto in termini estremamente positivi da parte dei giovani che addirittura hanno successivamente affermato di essere diventati fans dei poliziotti.
Una appassionante performance del gruppo musicale dei Quartaumentata, con musica etnica, in apertura, ha introdotto l’argomento legalità e Polizia di Stato, affrontato con la novità di quest’anno: delle clip audio-video riassuntive, magistralmente realizzate con una particolare voce descrittiva a cura di Maria Grazie Errigo che ha registrato i testi scritti dal presidente Francesco Minici, presso la sala Digilab di Lugano, immagini e musica di fondo a cura di Empire 2000 di Naldi Roberto. Un crescendo di emozioni visibilmente palpabili nel pubblico in sala che ha seguito con attenzione le presentazioni proposte. Le premiazioni per il 2008 hanno riguardato: I poliziotti di Palermo per la lotta alla criminalità condotta sin dagli anni ‘60 e per l’alto numero di vittime tra gli Operatori di Polizia, caduti per mano della mafia.
Ha ritirato il premio il dott. Gianfranco Minissale Vice Dirigente della Sezione Criminalità Organizzata della Squadra Mobile di Palermo. Sono stati ricordati i caduti delle Forze dell’ordine, con particolare e tangibile emozione tra i presenti;
Il dott. Renato Cortese, Dirigente della Squadra Mobile di Reggio Calabria per la sua intensa attività di contrasto alla mafia e per la cattura di noti boss siciliani del calibro di Pietro Aglieri mandante della strage di Via D’Amelio; Salvatore Gligora per l’omicidio di padre Pino Puglisi; Giovanni Brusca; Vito Vitale e Giuseppe Guastella; Benedetto Spera e Bernardo Provenzano.
Per la prima volta, uscendo fuori dagli schemi, il premio è stato consegnato dal giovane, nelle foto raffigurato accanto al dirigente, di nome Nicola Cosenza. Un ragazzo comune che impegna parte del suo tempo per la legalità. Un ulteriore passo per rendere meno distante i cittadini alle istituzioni. 
Lo slogan del Dipartimento della Pubblica Sicurezza recita “Polizia vicino alla gente”, da quest’anno “Insieme si può…” ha coniugato un nuovo live motiv:” La gente vicino alla Polizia”. Primo commento da parte dei giovani è stato: “….siamo diventati dei fans del dott. Cortese….”, frase questa che non necessita di commento alcuno;
Riconoscimento a Max Laudadio di Striscia la Notizia ed il suo staff composta da Francesco Scalco, Micaela Bonora e Antonio Palmieri per le doti investigative adottate per i reportage in favore della legalità e per l’azione di stimolo alla popolazione a denunciare pubblicamente le ingiustizie e le illegalità. In settembre andrà in onda sul Tg satirico uno speciale su “Insieme si può…” edizione 2008. Il percorso di questa Associazione, per le sue modalità di esecuzione e per come si pone nei confronti dei giovani e della popolazione tutta, ha suscitato particolare interesse ed attenzione nel premiato giornalista il quale, ha chiesto di partecipare agli incontri nelle scuole che lo scrivente presidente attua oramai da circa 10 anni. 
Proseguendo lungo il suo cammino statutario, “Insieme si può…”, a partire da quest’anno, intende dare un ulteriore segnale di vicinanza ai giovani, tentando di stimolare le loro attitudini e la loro volontà. E proprio per questi motivi, che durante lo spettacolo, si è inteso testimoniare questa volontà, premiando la locale squadra di Basket con l’intento di elogiare il lavoro fatto in questi anni da quei giovani atleti i quali, perseverando nella loro convinzione hanno sottratto tempo alla strada ed alle sue tentazioni, dedicandolo allo sport ed la basket. La loro volontà è stata premiata e la squadra, tra mille difficoltà, anche di carattere economico, ha sempre militato nelle varie categorie, arrivando in Serie “D”. 
Questo risultato deve essere indicato agli altri giovani, come esempio da seguire. Ancora una volta, è il caso di dire che……..insieme si può… e loro, insieme ci sono riusciti. 
Per questo motivi, hanno ricevuto un set completo di 15 tute professionali e 15 zaini, recanti oltre al logo “Roccella Basket” anche quello di “Insieme si può…” affinchè questo slogan li segua e li sostenga lungo il loro percorso, sportivo e di vita. Ha ritirato il premio il capitano della squadra, Vittorio Paviglianiti di Roccella Jonica.
Anche la parte comica, ha decisamente lasciato il segno nel pubblico presente, tanto da richiedere a gran voce la realizzazione della successiva edizione. Come ogni anno, a titolo assolutamente gratuito, si sono esibiti artisti si spessore nazionale, che hanno divertito i presenti, dai più grandi ai più piccini.
!
Note stonate da segnalare, il comportamento della Cassa Edile di Reggio Calabria, la quale, dopo aver assicurato verbalmente il sostegno alla manifestazione, tanto da farsi inserire nel materiale pubblicitario, ha negato successivamente di soddisfare l’impegno assunto, sempre attraverso i suoi impiegati, senza mai riuscire a d interloquire con Sua Maestà il PRESIDENTE DELLA CASSA EDILE DI REGGIO CALABRIA. Sua Altezza Reale il PRESIDENTE, non ha inteso scendere dal suo piedistallo così da colloquiare con questa organizzazione. Proprio come lo scorso anno fece il premuroso (almeno così sembrava) presidente delle Provincia di Reggio Calabria l'avv. Giuseppe Morabito, tante parole e fatti zero. Che siano imparentati tra loro? Come se non bastassero già i dispensatori di "Aria Fritta". Come dicevano i nostri antenati: Eravamo Scarsi. Chissà cosa ci aspetta per l'attività prevista per il 2009, mi....zzica che paura. Speriamo bene. Riflettete amici…………
Noi comunque gli abbiamo scritto, anche se, come pensavamo, non ci sarebbe stata risposta, e l'ultima lettera ve la facciamo leggere:
OGGETTO:- Spettacolo socio-culturale e di solidarietà 15 luglio 2008 Teatro “Al Castello” Roccella Jonica. Sostegno associazioni della locride e consegna riconoscimenti personale Polizia di Stato particolarmente distintosi e/o caduto in servizio. Lettera aperta.

PREG.MO SIG. PRESIDENTE
CASSA EDILE REGGIO CALABRIA
AGLI ORGANI DI STAMPA

Gentilissimo Sig. Presidente
È con particolare rammarico che per poter interloquire con la Sua persona, mi vedo costretto a raggiungerla con una lettera affidata addirittura alla stampa.
Dopo diversi mesi dalla richiesta di sostengo e patrocinio all’evento di cui all’oggetto, fattaLe pervenire attraverso il Vs sportello di Siderno, sino ad oggi non si potuto constatare altro che un singolare silenzio voluto e incomprensibile verso questa organizzazione con al quale, hanno partecipato anche enti comunali della Lombardia.
L’attività sociale di “Insieme si può…” in favore dei diversamente abili e quella culturale afferente la legalità nelle scuole, ha sino ad oggi, riscosso particolare successo in termini di consensi in campo addirittura nazionale, mentre la sesta edizione dello spettacolo di aggregazione, ha visto la partecipazione di migliaia di persone consentendo ancora una volta la capillare diffusione dei messaggi sociali statutari.
Ampio consenso quindi tra la popolazione egli enti partecipanti, come la Questura di Reggio Calabria, il Consiglio Regionale della Calabria, la S.I.A.E. e molti comuni della Locride, presenza sul palco anche delle telecamere di Striscia la Notizia con uno speciale che andrà in onda a settembre, ma assoluto silenzio della Cassa Edile, nonostante le decine di telefonate mai andate a buon fine. A nulla sono valse le chiamate e le email inviate, nulla di più di un, come definirlo in maniera edulcorata…. poco corretto Vs silenzio, e la beffa della più volte riferita adesione all’evento, tanto da rassicurare verbalmente questa organizzazione circa l’inserimento del Vs logo nel materiale pubblicitario, seguito poi da un altrettanto poco corretto diniego. Forse questa organizzazione non è ritenuta degna di risposta dalla S.V.Ill.ma ovvero non appare all’altezza di interloquire con un Ufficio di Presidenza come il Suo?
Sarebbe opportuno rivedere i criteri che regolano i rapporti di Codesto Spett.le Ufficio con gli altri Uffici che intendono interloquire. C’è un antico proverbio che recita:” Chiedere è lecito e rispondere è cortesia”, evidentemente Lei Sig. Presidente non ha ritenuto neanche adottare questa accortezza nei confronti di questa Organizzazione. Forse sarebbe stato più corretto ed educato, rispondere negli stessi cortesi termini contenuti nell’istanza prodotta.
Con questa missiva, Sig. Presidente, Le comunico, che, anche senza il Suo aiuto, ricevuto in passato dai Suoi predecessori che evidentemente possedevano quantomeno l’accortezza di rispondere alle istanze pervenute alla Cassa Edile, in rispetto alle basilari norme di buona educazione, l'obiettivo di aggregazione di solidarietà è stato ugualmente raggiunto.

DispensadoLa da fastidiose risposte che potrebbero recarLe particolare disturbo, Le porgo i più cordiali saluti.

Il Presidente dell’Associazione
e Dirigente Provinciale S.I.U.L.P.
Francesco Minici
 
Torna ai contenuti | Torna al menu