Oltre & non oltre - Insieme si può

Logo realizzato da Dario Ballantini Ottobre 2012
Vai ai contenuti

Menu principale:

Attività
Oltre....& non oltre
Nel mese di dicembre 2009, “Insieme si può…” ed il S.I.U.L.P. di Reggio Calabria, continuano nell’incessante attività e, di concerto con l’Associazione “Oltre &…non oltre”, si occupano del problema immigrazione, esaminandone i risvolti non dal punto di vista giuridico, ma da quello umano. Spesso non ci accorgiamo e/o non vogliamo accorgerci dei problemi che hanno determinato la…fuga di alcune persone dalla loro patria. Perché queste persone hanno abbandonato la loro terra, la loro cultura, i loro ricordi, i loro affetti, per recarsi in paesi stranieri, magari vivendo di stenti e soffrendo la fame. Evidentemente qualcosa li ha letteralmente strappati da tutto questo, un qualcosa che ha sconvolto la loro vita e la loro esistenza. La violenza, la mancanza di libertà, gli abusi più orrendi e le atrocità indegne di un essere umano, trovano terreno fertile in molte culture dei paesi del terzo mondo e le loro vittime, sono quei cittadini inermi che le subiscono quotidianamente, senza potersi ribellare.
Quando si trova la forza e le risorse, si fugge, pagandosi il viaggio della speranza, con denaro reperito attraverso sacrifici e privazioni. Questo è stato l’argomento e la discussione affrontata, con i ragazzi del Liceo Scientifico “P. Mazzone” di Roccella Jonica, insieme agli amici avvocati Antonio Riccio e FrancescaMaria Romeo, fondatori, insieme ad altri, dell’Associazione “Oltre &…non oltre” con sede in Siderno. Il confronto con i ragazzi è stato possibile, grazie ancora una volta alla gradita disponibilità alla dirigente prof.ssa Vanda Alcaro, alla prof.ssa Serafina Orlando ed alla prof.ssa Susanna Furfaro. ll forum ha visto la sua luce presso la struttura del Convento dei Minimi di Roccella Jonica, gentilmente offerto da quell’Amministrazione Comunale.
Ancora al tavolo dei relatori, oltre al Sindaco di Roccella, prof. Giuseppe Certomà, grande sostenitore di iniziative socio-culturali, anche l’ass. alle politiche sociali. Avv. Bruna Falcone, amica e collaboratrice di “Insieme si può…” e della sua attività sociale sul territorio. E’ intervenuto anche il dott. Giovanni Maiolo, dirigente del RE.CO.SOL. (Rete Comuni Solidali), che ha ampiamente illustrato l’argomento. Ospite d’eccezione il dott. Gianpaolo Trevisi, Vice Questore Aggiunto della Polizia di Stato e Dirigente della Squadra Mobile presso la Questura di Verona, autore del libro “Foglio di Via – Racconti di un Vice Questore”. I fogli di via hanno il timbro delle Questure, le firme di Questori e Vice Questori, proprio come questo libro scritto da un vice questore, i cui protagonisti sono donne e uomini con volti e sentimenti, concretezza e tenerezza, responsabilità e solidarietà. Il dott Trevisi lascia il suo posto e passa dall'altro lato della scrivania, così nasce il libro che mancava, un libro che si legge tutto d'un fiato.
Una serie di racconti, illustrati nell’occasione con la proiezione di alcune immagini, e che prendono spunto da episodi reali della quotidianità dell’Ufficio Immigrazione, ora tra le mura e i corridoi della Questura, ora all’esterno: presso una chiesa occupata da nomadi come in un insediamento abusivo nella boscaglia oppure nel corso di un “rimpatrio”. E tutti i racconti evolvono, piano piano o di botto, verso il sogno: «Un finale ovviamente un po’ meglio di quel che succede nella realtà...», ci chiarisce l’autore. Una persona da conoscere e da apprezzare. Un amico che “Insieme si può….”, ha l’onore di annoverare tra i suoi sostenitori. Tra l’altro, il dott. Gianpaolo Trevisi è anche Dirigente del S.I.U.L.P. di Verona.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu