Anziani sicuri - Insieme si può

Logo realizzato da Dario Ballantini Ottobre 2012
Vai ai contenuti

Menu principale:

Attività
Anziani Sicuri 
Caulonia - Nov 2010. Chi lo dice che la nostra attenzione è solo verso i giovani? Così non è! Noi ci rivogliamo a chi ha necessità di avere accanto qualcuno che lo sostenga e lo consigli. Noi ci siamo. Questa volta, abbiamo pensato di dedicare uno spazio ai nostri amici un pochino meno giovani. Forse l’espressione meno giovane” non è particolarmente adatta. In effetti, se teniamo in considerazione quanto si dice in merito al fatto che, raggiunta una certa età si torna bambini, anche in questo caso, siamo intervenuti in favore dei……giovani. Scherzi a parte, questi nostri nonni, nonostante l’esperienza acquisita nel corso degli, sono propensi a concedere la loro fiducia ed attenzione a gente tutt’altro che degna. In alcuni frangenti, proprio per la fragilità conseguente a particolari situazioni sociali, questi amici, abbassano totalmente le difese, aprendosi totalmente alle persone sbagliate.
Questo accade dove, purtroppo, regna la solitudine ed altre forme di disagio sociale, tanto da far determinare nel soggetto, la ricerca di una persona con cui parlare e/o di cui fidarsi. Ecco perché abbiamo dato la nostra disponibilità agli amici di Caulonia, dove, insieme all’amministrazione comunale, abbiamo trascorso insieme agli anziani di quel circolo, un paio d’ore. Utilissimi i filmati delle gags di “Striscia la Notizia” in merito a situazioni reali di truffe in danno ad anziani. La proiezione, preceduta da un video saluto di Max Laudadio, costante sostenitore di "Insieme si può....", ha stimolato interessanti momenti di confronto, durante i quali, alcune persone hanno narrato le loro esperienze personali. Molti i suggerimenti che hanno avuto lo scopo di rendere…..più maliziosi i nostri amici in merito alla richiesta di entrare in casa di presunti funzionari dell’azienda del gas, o della corrente, o dell’INPS o di qualsivoglia gestore di pubblica utilità. Mai riferire ad alcuno, il luogo ove vengono riposti i risparmi, anzi, sarebbe molto più sicuro, canalizzare la pensione su un C/C e farsi rilasciare un bancomat, evitando così di avere cifre consistenti in casa.
Per i maschietti, abbiamo suggerito di non cedere a lusinghe improvvise di giovani donne, molto disponibili anche a seguirvi in casa. Si è parlato delle vendite porta a porta, di incontri casuali di persone che dicono di essere compagni di scuola dei propri figli, di sottoscrizioni ad abbonamenti a titolo gratuito (?) e molte altre cose. Una chiacchierata molto apprezzata dai presenti che hanno prestato la massima attenzione, partecipando ed intervenendo attivamente. Oltre alle varie situazioni analizzate nello specifico, abbiamo più volte ribadito il concetto di rendersi parte attiva della sicurezza della propria comunità, avvisando le Forze dell’Ordine qualora si notassero persone e/o situazioni che vanno fuori dell’ordinario, magari anche annotando numeri di targa di autovetture sospette. Rompere l’indifferenza e rendersi protagonisti della vita sociale, in tutti i modi possibili. Tentiamo di rendere difficile l’opera di questi manigoldi.
Deciso e riflessivo l’intervento di Giuseppe Mazzaferro, editore di Telemia. Molto professionale e ben articolato l’intervento degli avvocati Francesca Maria Romeo ed Antonio Riccio che hanno affrontato la parte sociale e giuridica dell’argomento. Seguito con particolare interesse l’intervento del neo dirigente del Commissariato P.S. di Siderno, dott. Stefano Dodaro, il quale ha più volte ribadito la vicinanza della Polizia di Stato e di tutte le Forze dell’Ordine ai cittadini, invitando quest’ultimi, in caso di necessità, a non esitare nel contattare i numeri del pronto intervento. Stimolante e pregnante quanto detto dalla dott.ssa Elisa Ventra, presidente del Leo Club di Locri, che ha anche presentato l’attività sociale del Club prospettando un nuovo imminente suo intervento in quella sede, in merito ai problemi dell’alimentazione negli anziani. 
Conclude l’incontro il sindaco Ilario Ammendolia, sottolineando l’importanza dell’iniziativa e rappresentando quanto, quell’amministrazione comunale, si impegni per rendere migliore la vita ai suoi concittadini, siano essi giovani o meno giovani. Un ringraziamento all’amico assessore Francesco Cagliuso, presente all’incontro, il quale è sempre entusiasta di cooperare con questa organizzazione. Grazie per la tua attenzione. Un’esperienza positiva che ci ha arricchito di molto, e poi…..sono stato bene e mi sono divertito molto. 
A presto
Dal giornale "Il Quotidiano" del 21 novembre 2010
"Nuove iniziative - Sicurezza e anziani incontro a Caulonia" di Ilario Camerieri
Nei giorni scorsi, presso i locali del circolo anziani di Caulonia Marina si è svolto il convegno “Anziani Sicuri”. Il convegno ha posto l’attenzione su un fenomeno piuttosto delicato e che interessa gli anziani: il fenomeno della truffa ai loro danni. La sicurezza, la tranquillità e la libertà di movimento sono diritti inalienabili anche per l’anziano. Diritti che sistematicamente vengono messi in discussione da atti delinquenziali che possono essere contenuti dall’attenta prevenzione di una cittadinanza attiva. L’indifferenza e la solitudine sono fattori sociali che uccidono più di qualunque arma. Il fenomeno delinquenziale, altresì, può essere contrastato migliorando la qualità della vita con una maggiore socializzazione e con la prevenzione del disagio. 
. “Sono opportuni alcuni utili suggerimenti – hanno consigliato gli intervenuti – anche se non possono rappresentare la soluzione del problema”. Le porte rinforzate, quindi le serrature di nuova generazione, congegni di allarme sofisticati sono indubbiamente utili per proteggere la propria abitazione, ma altrettanto utile è un comportamento non sbadato che spesso è l’invito scatenante per il criminale. Le cronache sono piene di furti compiuti nello spazio di pochi minuti . “Quando si esce – è stato ancora suggerito – per andare a fare la spesa nel vicino negozio, anche per brevissimi periodi d’assenza occorre chiudere le porte e le finestre in ogni stagione, poiché il ladro non porta certo il tesserino di riconoscimento e può essere più vicino di quanto si pensi”. Più volte è stato ribadito ai presenti che in caso di circostanze sospette bisogna rivolgersi alle forze dell’ordine, anche segnalando un numero di targa o la presenza di persone con atteggiamento dubbio, non consentire l’ingresso in casa a persone sconosciute e che quasi sempre si presentano ben vestiti e con modi gentili”. Gli enti locali dovrebbero attivare forme di sostegno agli anziani soli, anche istituendo in telefono amico. I relatori del convegno: Francesco Minici (Dirigente SIULP Segreteria Provinciale di Reggio Calabria e Presidente dell’Associazione “Insieme si può…”; Giuseppe Mazzaferro (Editore di Telemia); Francesca Maria Romeo (avvocato criminologo); Antonio Riccio (avvocato); Elisa Ventra (presidente Leo Club di Locri). Ha tratto le conclusioni Ilario Amendolia, sindaco di Caulonia. Molto apprezzato l’intervento del dirigente il Commissariato della Polizia di Stato di Siderno, Stefano Dodaro. A promuovere l’incontro la locale amministrazione comunale, l’associazione “Insieme si può….”, il SIULP (Sindacato Italiano Unitario Lavoratori Polizia) di Reggio Calabria ed il Leo Club di Locri.
 
Siderno - marzo 2012.

 Per la seconda volta, "Insieme si può..." ed il S.I.U.L.P. reggino, interagiscono con la terza età 
riscuotendo, come sempre, successi e consensi. Il secondo convegno con il centro anziani di Siderno, ha visto la partecipata attenzione di nonnini ed esperti, tutti insieme per trattare argomenti che possano prevenire le truffe in danno ai nostri amici. La proiezione dei filmati di Striscia la Notizia, ha arricchito l'esauriente discussione tenuta da esperti in vari settori. Suggerimenti e maggiore attenzione, sono stati argomento di dibattito e di interesse da parte dei partecipanti che hanno rischiesto un nuovo incontro per l'anno prossimo. Grazie per gli attestati di stima e di affetto esternati allo scrivente ed a tutta l'Associazione "Insieme si può...." per l'attività che svolge da anni sul territorio. Un ringraziamento all'Amministrazione comunale ed il coordinamento delle associazioni di Siderno per la collaborazione e sostegno. 
Francesco Minici
 
Torna ai contenuti | Torna al menu